L’uomo si è progressivamente allontanato dal concetto da cui tutto parte: il binomio inscindibile uomo-natura.

Un rapporto che nella medicina ha subito un’evoluzione millenaria, dall’arte empirica di guarire di Ippocrate, sino alla moderna interpretazione della natura e del corpo umano fondata sulla conoscenza scientifica, che è la più elevata concreta interpretazione razionale della relazione fra uomo e ambiente di vita.
Tale rapporto ha purtroppo subito un’involuzione.

Perché non ci prendiamo più cura di noi stessi?

E’ principalmente causato dalle mutate abitudini indotte dal progresso economico e sociale, dalle compromissioni ambientali provocate dai processi produttivi e dallo sfruttamento delle risorse naturali, dalle sollecitazioni prodotte dalla società dei consumi e dal mercato.
Non parimenti, invece, sono cambiate le caratteristiche genetiche dell’organismo umano, tanto da far accusare ai processi fisiologici e al metabolismo gravi contraccolpi, trascinando con sé anche l’equilibrio del sistema nervoso.

Una soluzione a tutto ciò fortunatamente esiste.

Appare evidente che si deve recuperare coerenza tra pratiche di vita ed esigenze dell’organismo, contrastando gli agenti dannosi che abbassano le difese immunitarie che favoriscono l’insorgere della malattia, agendo positivamente sui fattori che svolgono una funzione biologica fondamentale per il benessere complessivo di quel congegno perfetto, ma estremamente complesso, che è il corpo umano.

Il concetto del benessere deve compendiare in sé oltre alle condizioni ottimali delle funzioni dell’organismo, coerenti con le caratteristiche genetiche, anche le funzioni logiche, affettive e di relazione interpersonali e sociali.

Il cambiamento parte da te!

Correggere il proprio stile di vita significa ricollocare il nostro rapporto con il corpo in un quadro che corrisponda a un’idea responsabile del mondo in cui viviamo, fondata sul rispetto degli equilibri naturali del nostro e di tutti gli organismi viventi.

Per entrare in questo circolo virtuoso del benessere, ciascuno può scegliere la stazione da cui partire: si può cominciare dall’attività fisica, dalle tecniche di rilassamento, dall’alimentazione o dalla disintossicazione.
La cosa fondamentale è che una volta saliti su questo treno del benessere, si tocchino tutte le stazioni, sempre con una sola finalità: PRENDERSI CURA DI SE’!

A chi intende salire su questo treno non posso che augurare buon viaggio: sarà tutta una scoperta!